Cosa causa l’esaurimento della dopamina?

Panoramica

Secondo le notizie mediche, la dopamina è un neurotrasmettitore di monoamina che si trova nelle diverse aree del cervello ed è essenziale per diverse funzioni del sistema nervoso centrale. La dopamina svolge un ruolo importante nei sentimenti di dipendenza e di eccitazione, memoria e controllo del motore. Alcune delle cause della deplezione della dopamina sono lo stress, il ritiro dell’alcol, l’obesità, la cattiva alimentazione, alcuni tipi di alimenti e farmaci.

Stress

Lo stress è una causa di esaurimento della dopamina. Uno studio pubblicato sulla rivista “Neuro Endocrinology” ha studiato gli effetti dello stress acuto sull’attività del nervo della dopamina nei ratti femminili. I ricercatori hanno scoperto che lo stress di contenimento acuto può ridurre la sintesi e il fatturato della dopamina nel cervello. Lo stress è anche il motivo di esaurimento degli adrenals.

Ritiro dell’alcool

L’esaurimento della dopamina può verificarsi con il ritiro dell’alcol. Secondo l’Enciclopedia dei disturbi mentali, l’uso ripetuto di alcol può compromettere i livelli di dopamina nel cervello. Quando una persona dipende dall’alcol, le aree cerebrali che producono la dopamina diventano esaurite. I pazienti in questa condizione non possono più godere dei piaceri della vita quotidiana e svilupperanno la sindrome da ritiro dell’alcol.

Obesità

L’obesità può portare ad esaurimento della dopamina. In uno studio pubblicato dal Brookhaven National Laboratory, i ricercatori hanno scoperto che i soggetti obesi hanno esaurito livelli di dopamina a causa della presenza di meno recettori per la dopamina. Pazienti sono stati quindi consigliati di essere fisicamente attivi.

Povera nutrizione

L’esaurimento della dopamina avviene con una scarsa nutrizione. L’istituto di Franklin riferisce che la cattiva alimentazione può causare la diminuzione dei livelli di dopamina. Secondo The Franklin Institute, l’alcool, la caffeina e lo zucchero possono ridurre i livelli di dopamina nel cervello. L’Istituto Franklin raccomanda il consumo di un sacco di frutta e verdura, perché forniscono antiossidanti che aiutano a proteggere le cellule del cervello utilizzando dopamina da danni liberi.